La santa ricorrenza

Nel giorno del tuo santo
festeggi l’onomastico
con tavola imbandita
ma proprio al tuo cantor,
e oggi c’è pure il vino,
rimane ancor inibita.
Per sì complessi auguri
senza neppure il cellulare
ricorro alla cornetta
ma la linea è interdetta
e finanche l’allusione
diventa una delusione,
e resto così da solo
a rimuginare versi che,
sempre più tersi,
neanche vedo più.
Ben venga pure lo spirito
con le sue rime in versi
ma la santa ricorrenza
senza un minimo contatto
di un lembo di materia,
un brindisi augurale
o lo squillo della cornetta…
sai dirmi che festa è!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il bello degli anni

Improvvisare versi
non è poi così banale
se a compiere gli anni
è la tua donna ideale.
E’ un amore puro
senza assillo carnale
talmente etereo
che ci sembra di volare,
ma poi il peso degli anni
ci ributta per terra e,
dopo tanto amore,
si scatena la passione.
Or tra baci e abbracci
nasce il solito impiccio
se lo spirito soggiace
alla materia che piace,
e passeranno pure gli anni,
resterà soltanto un sogno,
ma io ancora tanto ti agogno…
buon compleanno.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Auguri a lume di candela

In ogni tua ricorrenza,
buon onomastico,
la mente m’impegni
anche se mai ti degni
neanche di un grazie.
Ti regalai una pianta,
non era un fiore,
e tanto t’irritasti,
ti dedicai poesie,
eran d’amor platonico
e ancor più ti turbasti,
ricorsi poi ad un bacio
ma era solo un cioccolatino.
Senza più risorse adesso
vivo nella speranza
di una cena a lume di candela
sperando che non diventi un cero
per la mia vetusta età.
Comunque vadano le cose,
se si ama per sempre si vive,
per atroce condanna diventerai,
ahimè, la mia eterna compagna
e non mi resta che dirti…
preparati a soffrire!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il dolce appeal

Ti spoglierò degli anni
e nonostante il tempo,
buon compleanno,
resterai per sempre
l’icona del dolce appeal
per il tuo compiacente sorriso
sulle orme di Beatrice
anche se, sulle forme di Laura,
le tue leggiadre movenze
mi riportano al fascino
del tuo conturbante sex appeal.
E nelle turbe di tanto desio
la mente sbotta in poesia
mentre l’anima mi rimbrotta
di afferrarti finalmente
per fermare il tempo,
di denudarti degli anni
per spogliarti veramente e…
di non scrivere più solo poesie!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il complesso del nonno

Hai appena due anni,
buon compleanno nipote,
ancor non parli
ma già tanto ti spieghi
se sbaciucchi le donne
che ti vogliono accarezzare
e sbeffeggi gli uomini
che ti vogliono abbracciare.
Un dì ci sarà pure
chi ti ruberà il cuore
e t’invaghirà la mente
ma presidia la tua anima
anche se tuo nonno,
per tanta intransigenza,
da tempo vive da solo
con il complesso dell’amore
e, in tal fervido ardore,
ormai esce di fantasia
per scrivere poesie.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail